Esistono varie politiche di commercializzazione applicate dai gestori della piattaforma FAD.
Ci sono, ad esempio, aziende che decidono di far pagare una tariffa per ogni utente registrato in piattaforma, altre che richiedono un canone in base alle risorse utilizzate, altre ancora che vanno a forfettizzare con un canone fisso mensile.

Generalmente le piattaforme vendute come “servizio” vengono tariffate con il metodo del prezzo per utente: è il caso di Docebo e TalentLMS. La piattaforma FAD viene attivata direttamente dal sito ufficiale. I clienti sono tenuti a pagare un costo fisso per ciascuno degli utenti che accedono al corso online.

Esiste poi la famiglia delle piattaforme opensource come Moodle o Forma LMS: questo tipo di Piattaforma FAD è scaricabile gratuitamente ma necessita di un supporto tecnico specializzato che possa aiutare nella sua installazione, manutenzione e personalizzazione.
Quando si sceglie una piattaforma Fad opensource come Forma LMS bisogna tenere conto del costo del dominio, del server e della scalabilità delle risorse. E’ importantissima la prima fase progettuale in quanto sbagliare potrebbe far lievitare in maniera considerevole i costi futuri.
Molte aziende specializzate forniscono consulenza specializzata di questo tipo gestendo la piattaforma per il cliente finale, occupandosi di tutti gli aspetti tecnici. In questa forma generalmente viene applicato un canone mensile omnicomprensivo concordato preventivamente. Il cliente riesce così a forfettizzare i costi e ad applicare economie di scala maggiormente vantaggiose.

Dopo un’attenta analisi, DTP Informatica, ha scelto Forma LMS come piattaforma di riferimento, riuscendo ad offrire al cliente un prodotto installato, configurato e personalizzato a piacimento.
DTP opta per una strategia di commercializzazione basata su di un canone forfettario mensile. Il cliente, se vuole, non dovrà preoccuparsi di tutti gli aspetti tecnici necessari, riuscirà a sapere anticipatamente quanto andrà ad investire ed avrà la garanzia di avere un prodotto testato e funzionante.
Un punto di forza fondamentale di questa scelta è la personalizzazione del prodotto, che viene attuata secondo le esigenze del cliente.
Una volta messa a punto la piattaforma, il cliente può decidere se gestire da solo i contenuti e gli utenti o affidare a DTP anche la realizzazione dei contenuti Scorm e la gestione utenti. In questo caso il cliente sarà libero di ogni incombenza tecnica e potrà concentrarsi solo sugli aspetti di commercializzazione dei propri prodotti.
Ti consiglio di visitare il sito DTP informatica per una consulenza gratuita!!!
Nella speranza che questa guida ti sia stata utile ti invito a condividere la pagina e a lasciare un commento al fine di migliorarla, segnalando i punti che non risultano chiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *